Diario di scavo

Le pareti tornano a vivere

Author: admin/martedì 18 novembre 2014/Categories: Diario di scavo

Rate this article:
5.0

Il lavoro di documentazione dei testi e delle immagini delle pareti corre parallelo allo studio dei blocchi decorati che si trovano appoggiati a terra in diverse zone della sala trasversale della tomba di Min.

Questi frammenti si sono staccati dalla parete, perdendo così la loro posizione originaria, per cause diverse: deterioramento dovuto ad un evento naturale o causato accidentalmente dall’uomo (terremoto, incendio), danno volontario o azioni legate al furto.
 

Sfortunatamente quasi tutte le tombe, e la tomba di Min non fa eccezione, portano i segni del passaggio dei ladri che in passato hanno asportato parti della decorazione delle pareti per poter rivendere i delicati rilievi sul mercato nero delle antichità.

Nella tomba di Min possiamo trovare anche tentativi non andati a buon fine per i ladri: cercando di staccare la parte decorata, infatti, il blocco di calcare in alcuni casi si è rotto, ed il tentativo di furto e stato quindi abbandonato.

 
Parete sulla quale è visibile come i ladri abbiano cercato di asportare un rilievo
 
Nicky sta ultimando lo studio dei blocchi che sono stati trovati a terra, registrando ogni possibile informazione che possa permetterci di ricollocarli sulle pareti: la tecnica, le dimensioni, l'identificazione delle scene e dei testi...


 
Nicky mentre registra un blocco con decorazione proveniente da una delle pareti della tomba di Min
 
Paolo, il nostro fotografo, si coordina con l'intero team per soddisfare le diverse esigenze di ogni gruppo di specialisti che lavorano nella missione. Epigrafisti, restauratori, archeologi ... ognuno di loro chiede foto specifiche che servono a raccogliere le informazioni necessarie.

 

Paolo al lavoro
 
Per pranzo siamo stati invitati dal nostro Rais (capo operaio). Come da tradizione, ogni anno Hassan invita tutto il team a pranzo per stare insieme e salutare la sua famiglia. La generosità del nostro Rais è stata immensa! La tavola era imbandita con cibo sufficiente per tre giorni! Abbiamo immortalato il momento in questa bella foto.

 
Il pranzo a casa del nostro Rais
 

Number of views (5111)/Comments (0)

Tags: