Diario di scavo

Visitatori

Author: admin/giovedì 13 novembre 2014/Categories: Diario di scavo

Rate this article:
5.0

Anche quest’anno prosegue lo studio delle pareti della tomba di Min. In questi mesi di lavoro abbiamo acquisito altri manoscritti che ci permettono di recuperare parti della tomba (scene e testi) che sono andate perdute.

Naturalmente dobbiamo riferirci con cautela a questi documenti che presentano purtroppo errori di vario genere. Questi testi, infatti, sono stati redatti tra il XVIII secolo ed i primi del Novecento da viaggiatori e studiosi che hanno visitato la tomba durante viaggi di esplorazione. Spesso però si tratta di viaggiatori che non avevano la conoscenza necessaria per comprendere ciò che vedevano e che inoltre, date le condizioni di scarsa visibilità, potevano incorrere in errori di lettura ed interpretazione.

Disegno in cui è raffigurato un viaggiatore che copia un monumento. Molte informazioni su dettagli strutturali e decorativi oggi scomparsi, sono recuperabili grazie alle preziose note di questi esploratori

Le informazioni che ci aiutano maggiormente nello studio delle pareti provengono dai manoscritti di Davies. Gli egittologi, Nina (1881-1965) e Norman de Garis Davies (1865-1941), erano una coppia di illustratori di monumenti egizi che lavorarono tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX. La loro casa si trova molto vicino alla tomba di Min.

Posizione della casa dei Davies, proprio sopra la tomba Min

Frammento di un manoscritto di Davies nel quale sono state registrate alcune caratteristiche della decorazione della tomba di Min

Il dottor Demarée in questi giorni ha letto i manoscritti con attenzione ed ha potuto, studiando in situ i testi, colmare i "vuoti" e fugare i dubbi relativi all’interpretazione dei testi. Egli ha anche dedicato il suo tempo a studiare un testo solare che si trova all'ingresso della tomba. La sua partecipazione al progetto è stato un onore per tutto il team.

Irene mentre legge i testi di una delle pareti con il dottor Demarée

Mila e Irene verificano con il dottor Demarée l'eventuale ricollocazione di un blocco

Abbiamo ricevuto la visita del direttore della Missione ungherese, il dottor Tamás Bács e del codirettore della missione belga Dimitri Laboury. Entrambi hanno mostrato interesse per il lavoro che stiamo facendo ed abbiamo approfittato della loro presenza per scambiarci opinioni riguardo alla tomba. Li ringraziamo ancora dal nostro sito per la loro gradita e proficua visita.

Il dottor Tamás Bács ed i Membri del team ungherese ascoltano le spiegazioni di Raffaella Carrera riguardo i disegni che sta realizzando

Irene Morfini mostra la pianta della tomba al dottor Laboury

 

Number of views (5476)/Comments (0)

Tags: