Diario di scavo

I manoscritti

I manoscritti

Author: Mila e Irene/giovedì 23 gennaio 2014/Categories: Diario di scavo

Rate this article:
5.0

Uno dei nostri obiettivi principali, quando abbiamo iniziato lo studio della tomba di Min e della tomba 327, era sapere fino a che punto le tombe erano sconosciute e chi le aveva visitate in passato. La ricerca di materiali che ci potessero consentire una migliore comprensione delle tombe ci ha messo in contatto con diverse istituzioni (tra cui il Griffith Institute dell’Università di Oxford) ed è stato così che abbiamo saputo che Champollion, Davies, Gardiner e Golenishchev avevano visitato la tomba.

I manoscritti che gentilmente ci sono stati forniti per il nostro studio presentano annotazioni (descrizioni) e disegni che completano le fotografie scattate da Schott negli anni tra il 1920-1940 (finora inedite). Lo studio comparativo di questo materiale, unitamente alla nostra copia delle pareti, ci ha permesso la ricostruzione dei testi e delle scene poco visibili.

Un'altra fonte di informazione che ci è stata molto utile è l' antologia di testi geroglifici scritta da Sethe  che visitò la tomba agli inizi del XX secolo. Questo studioso ha copiato parte delle iscrizioni della tomba 109.

Questo lavoro di ricerca ci ha permesso di verificare come alcune iscrizioni e scene copiate dai primi visitatori fossero già state danneggiate nell'antichità, ma ci ha anche permesso di ricostruire alcune parti andate perdute!

 

Number of views (7461)/Comments (0)

Tags: