Diario di scavo

A presto

A presto

Author: Mila e Irene/sabato 21 dicembre 2013/Categories: Diario di scavo

Rate this article:
5.0

Oggi è l'ultimo giorno di lavoro prima di interrompere per le vacanze di Natale e, dopo aver reso più sicura la scala di legno, abbiamo deciso di scendere nel secondo pozzo. Mila è scesa per prima per esplorare le tre camere accessibili, due di queste sono poste su entrambi i lati a circa 3 metri dal fondo.

Mostafa è sceso per fotografarle e Hassan (il nostro rais) lo ha accompagnato facendogli luce.

Le dimensioni di queste due camere sono enormi ma purtroppo sono vuote. Sono visibili solo alcuni cumuli di pietre.

Nell’ultima delle camere accessibili è quasi impossibile riuscire a vedere qualcosa, perché si trova nelle stesse condizioni del pozzo principale: un ammasso di frammenti di parete che quasi raggiunge il soffitto, mescolato a pezzi di mummie e oggetti funerari. Una quarta camera (di fronte a questa) ha l'accesso completamente bloccato.

L'avventura termina come altre volte ... un blackout nella zona e siamo rimasti nel buio più totale ... cosa fare? Accendere con calma le torce di emergenza (da portare sempre con noi) ed uscire con la massima attenzione.

Verso mezzogiorno abbiamo cominciato a riporre la tenda e il pannello ed a mettere in ordine tutte le attrezzature per procedere alla chiusura della tomba con un sigillo che porta il nome del nostro ispettore.

Il Gafir si incarica della chiusura sotto la supervisione di Sayed.

Successivamente, per una maggiore sicurezza, l'accesso è stato bloccato da un muro di pietre fino alla nuova apertura che sarà il 9 gennaio 2014, inshallah!


 

Number of views (6831)/Comments (0)

Tags: