Diario de excavación

Un modello della mitica tomba di Osiride a Sheikh Abd el-Gourna

Author: admin/giovedì 1 gennaio 2015/Categories: Diario di scavo

Rate this article:
5.0

Il 1 ° gennaio 2015, con l’inizio dell'anno, il ministro delle Antichità, il dottor. Mamdouh El Damaty, ha annunciato ai media l'esistenza di un complesso funerario che rappresenta la mitica tomba di Osiride a Luxor, in una delle due tombe che la Missione Archeologica Canario-Toscana (MIN PROJECT) in collaborazione con il Ministero di Stato per le Antichità, ha in concessione nella Valle dei Nobili, in particolare nella zona di Sheikh Abd el-Gourna.

Interno della tomba 327 (Foto Mostafa AlSaghir © MIN PROJECT)

La tomba di Osiride si trova all'interno della tomba Kampp -327-. Di questa tomba non è noto il proprietario, ed è accessibile, per il momento, solo attraverso la tomba di Min (TT109). Uno schizzo fatto da Davies ci aveva messo in allerta, indicando che questa zona poteva "nascondere" una struttura particolare. Tuttavia il complesso funerario è risultato essere ancora più articolato e con caratteristiche che lo rendono unico nella necropoli tebana.

L'accesso alla tomba è attraverso la sala trasversale della 327. Un portale permette l'ingresso ad un'altra area dove una scala (ora ricoperta da detriti) scende diversi metri conducendo ad un altro portale. Una volta oltrepassatolo, ci troviamo di fronte ad una cappella con soffitto a volta che ospita la statua del dio Osiride. Di fronte ad Osiride vi è un pozzo profondo nove metri, che a sua volta ospita un altro pozzo di 6 metri e che termina in una camera funeraria situata proprio sotto la statua del dio. La cappella di Osiride è circondata da un corridoio che in uno dei suoi lati ospita una camera con un altro pozzo di otto metri e altre quattro camere funerarie.

Ricostruzione della replica della tomba di Osiride (disegno di Raffaella Carrera © MIN PROJECT)


Mila Alvarez in un pozzo della tomba di Osiride (Foto di Paolo Bondielli © MIN PROJECT)

L'architettura di questa tomba è peculiare e contiene elementi che ci riconducono alla mitica "Tomba di Osiride": una scala che porta alla cappella scolpita nella roccia e contenente l’immagine del dio, e la statua stessa, collocata ad un livello superiore, isolata dal resto e circondata da un corridoio che simboleggia il canale d'acqua.

Cappella di Osiride (Foto di Paolo Bondielli © MIN PROJECT)

Uno dei pozzi ha la particolarità di essere stato nascosto ai piedi di Osiride, sotto la scala che conduce alla statua del dio. I gradini sono stati tagliati, in modo da poter essere  rimossi durante la sepoltura e ricollocati per nascondere il pozzo. Questo sistema permetteva, in un modo ingegnoso, di nascondere le camere funerarie e, probabilmente, confondere i ladri.

Irene Morfini cercando iscrizioni in uno dei pozzi (Foto di Paolo Bondielli © MIN PROJECT)

Se confrontiamo questo complesso funerario con altre tombe simili contenenti questo tipo di elementi osiriaci, possiamo paragonarlo alle grandi tombe della zona dell’Asassif (TT33 Petamenophis, TT34 Montuemhat, TT36 Ibi, TT37 Harwa, TT389 Basa, TT414 Ankhor), e datarlo dunque alla XXV-XXVI dinastia.

Solo la ricerca futura ci permetterà di approfondire il significato di questo complesso funerario dedicato al dio Osiride.

 

Number of views (10619)/Comments (0)

Tags:

Please login or register to post comments.