Diario de excavación

Curare le ferite della tomba

Author: admin/venerdì 5 dicembre 2014/Categories: Diario di scavo

Rate this article:
5.0

Uno dei nostri obiettivi principali è che l'intervento della Missione Archeologica non porti ad un ulteriore deterioramento del monumento. Una parte della nostra squadra si occupa perciò della conservazione e del restauro.

Durante la prima campagna, Elena ha preparato una relazione sulle condizioni della tomba di Min, con un elenco di problemi che il monumento presentava e le possibili strategie di intervento.

Durante questa seconda stagione, abbiamo portato con noi un gruppo più ampio di restauratori, formato da Alaa, Elena, Ruth e Maria.

Maria e Ruth mentre preparano una mappa dei danni delle pareti

I restauratori mentre lavorano alla stabilità della tomba

Il lavoro di questi specialisti è lento ed ogni passo è meditato a lungo perché un errore può essere dannoso per il monumento. Prima di ogni intervento o test, vengono discussi  i pro ed i contro e viene decisa  la metodologia di intervento più appropriata.

Uno dei primi lavori è quello di analizzare il tipo di danno e catalogarlo. Egittologi ed archeologi orientano quindi i restauratori illustrando loro la storia del monumento. La collaborazione tra gli specialisti è fondamentale.


Nicky spiega a Maria e Ruth, le nostre restauratrici, ciò che le scene danneggiate rappresentano

La sicurezza del monumento e delle persone che ci lavorano è una priorità, cosicché in alcune zone della tomba abbiamo dovuto prendere alcune misure di sicurezza di emergenza.


Alaa ed Hassan assicurare le parti più fragili dei pilastri

Il nostro restauratore Alaa consolida una parete

I restauratori sembrano medici che curano il loro paziente malato. “Curare" le tombe aiuterà, nelle prossime stagioni, a recuperarne parzialmente la "salute".

 

Number of views (4874)/Comments (0)

Tags:

Please login or register to post comments.